Perché rido quasi sempre

Perché rido quasi sempre

Comincio con lo spiegare il perché di questa riflessione, perché mi rendo conto che il fatto che passo il 50% del mio tempo a ridere infastidisce molte persone. Infastidisce sopratutto chi non ci trova niente da ridere e per questo mi sento in dovere di dare delle spiegazioni.

Chi mi conosce solo virtualmente potrebbe trovare strano ciò che ho appena affermato, che rido per il 50% del mio tempo, perché le mio foto direbbero il contrario.

Perché rido

 

Ma questo è facile da spiegare, passando anche un 50% di tempo senza ridere quando mi accorgo che mi stanno scattando una foto entro in fase “seria”. È un riflesso incondizionato.

Quando rido e quando no

Dunque, quando rido e quando no?  Principalmente quando mi trovo in una situazione che il mio cervellino percepisce come assurda/surreale e, in media, la metà delle situazioni in cui mi trovo rientrano in queste categorie.

Ridere così spesso ti fa sembrare un’idiota agli occhi di chi non percepisce l’assurdo della situazione mentre, in realtà, tu stai effettuando un’attenta analisi dell’illogicità di ciò che si sta vivendo in quel dato momento.

Perché vivere l’irrazionalità non mi mette tristezza o non mi provoca rabbia come nella maggior parte delle persone ma mi fa reagire con una irrefrenabile risata che crea disagio e antipatia nei miei confronti? Perché non la sto subendo ma la sto affrontando.

Ciò che normalmente troviamo assurdo, irrazionale o paradossale potrebbe spiazzarci. A me piace, mi piace affrontare nuove sfide e questo mi mette in una dimensione di allegria mista curiosità e rido invece di incazzarmi o intristirmi. Tutto qui.

Quindi, se vi dovesse capitare di incontrare una persona che ride e pensare che la sua risata sia fuori luogo ricredetevi e magari aggregatevi a lui.

Certo però che il 50% del tempo é parecchio. Come mai ti ritrovi in situazioni assurde per così tante volte nell’arco di una giornata? Perché come tutti ho dei preconcetti, regole personali o imposizioni culturali che si scontrano con una realtà che tende a distruggere il mio mondo ideale ed immaginario.

Ecco spiegato perché rido tanto.

Share

0 Comments Add yours

  1. lucia ha detto:

    …ridi che ti passa…recita il proverbio….un salutone!

  2. Materico ha detto:

    Spettacolo, con poche parole mi hai illuminato!
    Complimenti per il blog, penso che mi sparerò i tuoi articoli in un botto solo, facendo del male al mio bioritimo e a tutto il resto, ma soffro di idee prevalenti…c’è chi ride e chi va in fissa 😀

Rispondi